Un camino per ogni esigenza

EDILSANTO

S.R.L.

Durante il montaggio della canna fumaria si raccomanda di non ostruire i canali del ricircolo

di aria situati nella camicia per  garantire la corretta ventilazione necessaria per  mantenere

asciutti gli elementi, quali pannello (necessario per prevenire  gli sbalzi termici)e tubo da eventuali

condense.

Durante il procedimento di saldatura degli elementi in refrattario mediante il sigillante  antiacido bisogna effettuare con una spugnetta bagnata una adeguata pulizia in tutto il contorno dei tubi sia all’interno che all’esterno in modo da togliere eventuali sbavature,per avere all’interno del condotto fumario un regolare flusso del fumo.

         In fase di costruzione della torretta del comignolo:

· non bisogna bloccare in nessun modo la canna fumaria  in refrattario, con la

         camicia esterna con malte o cementi.

· il condotto fumario interno deve essere unito agli incastri  maschio/femmina

         soltanto con il sigillante antiacido Edilsanto.                                   

In questo modo la canna fumaria in refrattario troverà lo spazio per una adeguata

dilatazione verticale, si eviterà così che la canna fumaria possa andare in compressione.

 

Nota: il condotto fumario è sottoposto in continuazione a schock termico sia per la elevata

temperatura dei fumi e sia per il calo della temperatura interna quando la stufa o caldaia o

camino vengono spenti.

In fase terminale del camino refrattario collocare il manicotto in acciaio inox con l’imbuto

posizionato dentro al tubo refrattario, la piastra di chiusura va appoggiata sopra .

Lo stuccaggio della camicia va effettuato con una malta a base di sabbia cemento.

Dopo le procedure elencate proseguire con il normale montaggio del comignolo sia questi

prefabbricato o costruito in opera.

Nota :  Si raccomanda di pulire almeno una volta all’anno la canna  fumaria altrimenti ri rischia  che

prenda fuoco la fuliggine accumulatosi durante il funzionamento della stufa o camino.

La normativa prevede che dopo un consumo di 40 q.li di legna la canna fumaria va’ pulita .

Attenzione la canna fumaria non prende fuoco; E’ la fuliggine a provocare l’incendio all’interno della canna fumaria e la sua resistenza è stata collaudata a 1000° per 30 minuti

 

 

· Se l’incendio e’ stato provocato dalla mancata pulizia l’eventuale l’assicurazione potrebbe  non risponderne.

 

 

 

· SE IL FABBRICATO COMPRENDE MURI E TETTI IN LEGNO SI DEVONO RISPETTARE LE DISTANZE DAL CONDOTTO FUMARIO  ALMENO   5-7  CM. DALLA PARETE INSERENDOVI UN PANNELLO DI  FIBRA CERAMICA O CALCIO SILICATO NEL TRATTO DI CONTATTO.

 

 

 

· DOVE C’E’ IL PASSAGGIO CON IL TETTO IN LEGNO BISOGNA AVVOLGERE IL TRATTO DI

· CANNA FUMARIA SIA DOVE C’E’ IL CONTATTO CON IL TRAVE ED INOLTRE  PER 25 CM.   SOPRA E SOTTO LA TRAVATURA CON CALCIO SILICATO   O  FIBRA CERAMICA

          DI 5-7 CM DI  SPESSORE PER LATO.

 

 

Nota: Nell’effettuare il montaggio degli elementi  in refrattario  a bicchiere maschio/femmina,

           si raccomanda che il maschio deve essere sempre rivolto verso il basso.

     Per un  corretto montaggio del camino refrattario  è necessario avvalersi       dei seguenti componenti:

Camicia in cls. di argilla espansa

· Tubo refrattario elevata resistenza termica T 600

· Piastra in cemento di partenza

· Zoccolo raccogli condensa in refrattario

· Allacciamento refrattario 

· Ispezione  in refrattario con portina acciaio  inox

· Manicotto in acciaio inox

· Piastra di chiusura in cemento

· Pannello coibente in lana di roccia con alluminio retinato

· Griglia di aerazione inox

· Sigillante antiacido “Edilsanto” resistenza  1350°

· Comignolo grigio o colorato

· Malta a base di sabbia e cemento per saldare

         gli elementi in calcestruzzo di argilla espansa

       Home page

Dove siamo